Puglia e le città
bianche del Salento

Itinerario individuale in AUTO


Giorno 1

Da Brindisi a Lecce (Km 50)

Arrivo a Brindisi, consegna dell’auto presso il punto concordato in fase di prenotazione e suggeriamo di partire subito per Lecce dove si effettua il primo pernottamento.


Giorno 2

Da Lecce a Otranto, Ostuni e Alberobello (Km 210)

Al mattino è suggerita la visita di Lecce, la “Signora del Barocco“, ed è proprio l’arte barocca quella che caratterizza le guglie, i portali, le chiese, i monumenti e le abitazioni del centro storico.

Partenza quindi per Otranto, città fortificata, il cui borgo antico è racchiuso dalle mura difensive che consentono tramite la Porta Alfonsina l’accesso al proprio interno. Una sosta è suggerita presso la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, al cui interno vi è un una Enciclopedia del Cristianesimo.

L’escursione termina ad Ostuni, le cui facciate delle case sono dipinte a calce bianca che risplende sotto il sole con sfumature rosse al tramonto. Il borgo antico si snoda tra i vicoli, con la Chiesa di San Giacomo di Compostela, la Cattedrale e la Chiesa di Santa Maria della Stella. Arrivo in serata nella zona di Alberobello per il pernottamento.


Giorno 3

Da Alberobello alle Grotte di Castellana, Polignano a Mare e Bari (Km 70)

Alberobello è un città unica al mondo, nota per le curiose casette circolari costruite interamente in pietra, con i tetti dalla peculiare forma a cono, chiamate “trulli“. Nei pressi della Cattedrale, merita una visita il Trullo Sovrano, un tuffo nel passato in una magnifica abitazione con camera, cucina, giardino, fino al piano superiore.

Partenza per le Grotte di Castellana, per una straordinaria escursione a circa 70 mt di profondità, in uno scenario stupefacente di stalattiti, stalagmiti, fossili, cavità, caverne dai nomi fantastici. Si arriva quindi a Polignano a Mare, città bagnata da acque limpide e cristalline, il cui connubio terra–mare crea un paesaggio costiero molto pittoresco, fonte di ispirazioni di poeti e pittori. Dopo aver assaggiato il famoso gelato artigianale in una delle numerose gelaterie, si prosegue per la zona di Bari, dove si pernotta.


Giorno 4

Da Bari a Trani e Monte Sant’Angelo (Km 160)

Una passeggiata per Bari può iniziare dal Castello Normanno-Svevo, con bastioni e torri, porta ideale della Città Vecchia, che racchiude i maggiori monumenti: la Cattedrale romanica di San Sabino, la Basilica di S. Nicola che ospita, sotto l’altare, le reliquie del Santo.

Per chi è interessato, lo Stadio di San Nicola, fu progettato da Renzo Piano in occasione dei Mondiali di calcio Italia ’90, e si posa come una navicella spaziale su di una collinetta circondata da ulivi e frutteti. Si prosegue per Trani, con la Cattedrale romanica di San Nicola Pellegrino e il Castello Svevo, realizzato durante il regno di Federico II.

Si arriva quindi a Monte Sant’Angelo, il centro abitato più elevato del Gargano (843 mt), situato in una mirabile posizione panoramica con vista mozzafiato sul tavoliere e sul Golfo di Manfredonia. La vita della cittadina è concentrata intorno al Santuario di San Michele Arcangelo, dove, secondo la tradizione, sarebbero avvenute le apparizioni dell’Arcangelo, in una grotta. Pernottamento a Monte Sant’Angelo o nell’area del Gargano.


Giorno 5

Il Gargano e San Giovanni Rotondo (Km 200)

Il Gargano è una terra ricca di bellezze paesaggistiche e storiche, profondamente attaccata alle proprie origini, e sotto molti aspetti ancora selvaggia e incontaminata. Il centro storico di Vieste è estremamente suggestivo per le sue stradine strette e sinuose talvolta congiunte da degli archi, ed è reso caratteristico dalle sue case bianche e dalle scalinate.

E poi Peschici, incastonata in una splendida baia, con il borgo alto dal centro storico percorribile soltanto a piedi e con una grande spiaggia di sabbia chiara. Il borgo vecchio è caratterizzato dalle tipiche case bianche, e tra un dedalo di viuzze e stradine. La giornata termina con il Santuario di Padre Pio situato a San Giovanni Rotondo, dove visse Padre Pio. La chiesa, commissionata dall’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, è stata progettata dall’architetto Renzo Piano.


Giorno 6

Castel del Monte, Andria e Bari (Km 175)

La giornata può iniziare con una visita a Castel del Monte, costruito da Federico II e simbolo di questo imperatore, denominato “stupor mundi” per l’eclettismo e la vastità della sua cultura. Breve sosta ad Andria, città particolarmente legata all’imperatore ed ai Cavalieri Teutonici. Arrivo nella zona di Bari per il pernottamento.


Giorno 7

Da Bari e rientro

Dopo la prima colazione nell’hotel scelto, trasferimento in autonomia al punto di riconsegna dell’auto e partenza per il rientro.

Alcune note:

  • I prezzi sono validi per un minimo
    di 2, 3 o 4 partecipanti a seconda della tipologia della camera scelta
  • I prezzi relativi alla camera singola s’intendono sempre in solo soggiorno, pertanto vanno abbinati ad una doppia, tripla o quadrupla sulle quali è stato calcolato anche il noleggio dell’auto
  • Nel periodo di Capodanno può essere richiesto un supplementi per il Cenone obbligatorio, quantificabile su richiesta
  • Il noleggio auto previsto è sempre riferito alla classe Basic (Fiat Panda, Citroen C1 o similare); s’intende sempre per i giorni come da programma, per cui eventuali eccedenze saranno calcolate come supplemento. E’ inclusa l’assicurazione base ed il chilometraggio illimitato

Per info o prenotazioni

Chiama il numero 081 8724372